Un mondo di notizie

Appunti su: economia, società, ambiente e solidarietà


Lascia un commento

Symantec inventa i primi jeans anti-hacker | Panorama

L’azienda che produce Norton ha sviluppato un paio di jeans dotati di tasche che schermano smartphone e documenti digitali dagli scanner RFID

 

download

Considerato l’andazzo, non era così difficile prevedere che prima o poi, sull’onda di tutti questi dispositivi indossabili, sarebbero spuntati anche dei capi d’abbigliamento dedicati alla protezione dei suddetti dispositivi.

A questo proposito Symantec, l’azienda produttrice dello storico antivirus Norton, ha sviluppato due soluzioni di abbigliamento appositamente progettate per fornire un ulteriore strato di protezione a chi tende ad andare in giro con uno smartphone o undocumento digitale (praticamente chiunque) in tasca. Continua a leggere

Annunci


Lascia un commento

«Niente jeans davanti a William e Kate» – VanityFair.it

I duchi di Cambridge visiteranno gli Stati Uniti a dicembre. Ma ai giornalisti americani non piace il dress code «regale»

kate-middleton-william_980x571

l 7 dicembre William e Kate atterreranno negli Stati Uniti per un viaggio di Stato. Che sta già facendo discutere. La colpa è del dress code richiesto ai giornalisti Continua a leggere


Lascia un commento

I vestiti fatti in Bangladesh

Il Wall Street Journal racconta – con molti dati – il paese con la manodopera peggio pagata al mondo che produce indumenti per marchi importantissimi

BANGLADESH

Negli ultimi anni la disponibilità di manodopera a basso costo ha reso il Bangladesh il secondo produttore di indumenti al mondo dopo la Cina Continua a leggere


Lascia un commento

iPhone 6 Plus è una padella? In arrivo jeans e pantaloni con tasche più grandi

iphone 6 plus

Il mondo della moda si adegua all’arrivo di iPhone 6 Plus. Marchi importanti di abbigliamento e designer di pantaloni e jeans pensano di ingrandire le tasche dei propri indumenti, così da poter ospitare senza preoccupazioni iPhone 6 Plus. Continua a leggere


Lascia un commento

Cosa si nasconde dietro gli abiti di H&M? La fashion blogger 17enne svela il segreto

 

Cosa si cela dietro un famoso marchio diabbigliamento low cost come H&M? Hanno provato a scoprirlo a loro spese tre giovani fashion blogger norvegesi che hanno raccontato come vengono prodotti gli abiti che troviamo nei negozi di tutto il mondo e ai quali ormai siamo affezionati perché sempre alla moda e a un prezzo accessibile.

Si chiama Sweat Shop ed è un docu-reality realizzato dal quotidiano norvegese Aftenposten su una delle più grandi catene di negozi di abbigliamento “low cost”, il colosso svedese H&M. Le giovani fashion blogger norvegesi sono state inviate in Cambogia, uno dei paesi dove l’azienda produce la maggior parte dei capi, e hanno lavorato per un mese nei laboratori tessili dove vengono realizzati gli abiti, vivendo nelle stesse condizioni degli operai: tra alloggi fatiscenti e turni di lavoro massacranti. Continua a leggere


Lascia un commento

Cina: SOS dai campi dell’orrore

Un biglietto cucito in un paio di Jeans. Un’etichetta modificata per gridare al mondo intero lo sfruttamento e la disperazione. Una lettera per chiedere aiuto a un destinatario sconosciuto. Messaggi nascosti che arrivano dalle zone più remote della Cina a ricordarci il lato oscuro del benessere. Sono le grida silenziose degli schiavi moderni. Continua a leggere