Un mondo di notizie

Appunti su: economia, società, ambiente e solidarietà


Lascia un commento

Lavoratori alla frusta per fare gli iPhone, Apple offesa con la BBC – Tom’s Hardware Mobile

Un reportage della BBC evidenza condizioni di lavoro disumane nelle fabbriche Pegatron, uno dei fornitori Apple. In Indonesia ci sono bambini che lavorano nelle miniere di stagno. Apple si dice offesa da un servizio che non cita gli sforzi fatti per affrontare il problema.

La BBC ha pubblicato un reportage nel quale ancora una volta vengono evidenziate le condizioni disumane in cui si trovano i lavoratori che producono i prodotti Apple nelle fabbriche dei fornitori cinesi – si parla di Pegatron in particolare. I giornalisti stavolta sono riusciti a far entrare delle videocamere nelle linee di montaggio, mostrando così prove indiscutibili di fatti che tutti purtroppo potevamo intuire. Continua a leggere

Annunci


Lascia un commento

La Cina manda in pensione il Pil: ambiente e povertà per misurare la qualità della vita

Cambia il paradigma per le misurazioni economiche, e a sorpresa è Pechino a fare i primi passi: la provincia di Fujian, che vive di export e manifatturiero, sostituirà il Prodotto lordo con indici su agricoltura e protezione dell’ambiente. Hebei ha già attuato la svolta con un piano anti-povertà. Il “dovere primario” non è più la crescita alla vecchia maniera, ma la protezione degli acri di foresta. Anche se qualche dubbio resta.

Continua a leggere


Lascia un commento

E lo stagno degli smartphone?

bos2

I colossi dell’elettronica parlano spesso di responsabilità sociale ma tacciono, o danno risposte evasive, sulla provenienza e le condizioni di lavoro nella produzione dello stagno necessario alle saldature delle placche elettroniche degli smartphone o dei tablet. Si può ragionevolmente supporre, tuttavia, che almeno il 30 per cento dello stagno attualmente utilizzato provenga dall’industria mineraria indonesiana di Bangka, dove ogni settimana almeno una persona muore di lavoro. Continua a leggere


Lascia un commento

Cina e Africa: rapporti in evoluzione

970824_10200381523876916_1094886668_n

Un lustro, in geopolitica, può rappresentare un’era geologica. Cinque anni fa l’autocrate del Niger, Mamadou Tandja, e la China National Petroleum siglarono un accordo apparentemente vantaggioso per entrambi. Pechino avrebbe costruito una raffineria in territorio nigerino, ad Agadem, e in cambio avrebbe ricevuto il permesso per esplorare i potenziali bacini al confine con il Ciad. Tandja, ça va sans dire, avrebbe ottenuto una commissione di 300 milioni di dollari.

Oggi l’autocrate non è più al potere, Continua a leggere


Lascia un commento

India: arriva l’happy hour in ospedale

970824_10200381523876916_1094886668_n

Nella battaglia per conquistare clienti della emergente classe media, alcuni ospedali indiani, come il Narayana Health di Bangalore, hanno deciso di introdurre l'”happy hour” per offrire servizi in orari in cui l’afflusso e’ minore. “Siamo aperti 24 ore su 24 – spiegano dall’ospedale – abbiamo macchinari e personale medico e paramedico in servizio per l’intera giornata. Quindi abbiamo pensato di offrire sconti dal 30 al 75% fra le 20 e le 8 del mattino”.Proprio come in bar e ristoranti.