Un mondo di notizie

Appunti su: economia, società, ambiente e solidarietà


Lascia un commento

Veronesi: “Cari nemici degli Ogm vi prego ripensateci quei semi migliorano la vita dell’uomo”

L’oncologo: l’uso in agricoltura previene le malattie e in futuro permetterà di sfamare un mondo in cui saremo sempre più numerosi

Veronesi: "Cari nemici degli Ogm vi prego ripensateci quei semi migliorano la vita dell'uomo"

“Veronesi assassino”, così dicevano i cartelli con cui mi accolse un drappello di manifestanti, uno dei primi giorni in cui, come Ministro della Sanità, arrivavo in Piazzale dell’Industria a Roma. Di fronte al mio stupore, i miei collaboratori mi spiegarono che l’accusa era dovuta alle posizioni che avevo preso il giorno prima a favore dell’impiego della genetica in agricoltura. 

Ho riflettuto molto su quel cartello e mi sono reso conto che il problema non poteva essere che culturale. Era il 2000 e la grande rivoluzione della genetica della metà del secolo scorso ancora non era stata compresa, accettata e fatta propria dalla gente. E ancora non lo è, come dimostra il dibattito a cui sono intervenuti Elena Cattaneo e Carlo Petrini, a seguito dell’intervista di Vandana Shiva. Continua a leggere


Lascia un commento

“Vietare gli Ogm è un grave danno. Non ci sono prove che siano nocivi”

Si continuano ad ignorare 15 anni di ricerche scientifiche e non ci sono evidenze sugli effetti dannosi degli organismi geneticamente modificati Vandana Shiva? Non è una vera scienziata, le sue critiche sono vaghe e fuori luogo

Articolo di ELENA CATTANEO pubblicato su Repubblica il 4 ottobre 2014 


È OPPORTUNO e salutare, anche in funzione delle sfide che vengono dalla grave crisi economica del Paese, che si torni a parlare in dettaglio e con pacatezza di Ogm, tema controverso e vissuto a mio giudizio troppo emotivamente. È un fatto nuovo e che mi dà speranza.

Nel corso di un recente convegno organizzato a Mantova da Confagricoltura di Lombardia e Veneto si sono discusse le ragioni che impediscono di fare in Italia ciò che la Spagna fa con vantaggi per ambiente ed economia: coltivare (anche) mais migliorato con le biotecnologie. Moltissimi prodotti del made in Italy alimentare esistono grazie alla mangimistica Ogm, che importiamo dall’estero. Evidentemente non fa male né alla salute né tantomeno al gusto. Però fa molto male alle nostre tasche, visto che la bilancia agroalimentare è in deficit fisso per almeno 4 miliardi di euro all’anno da decenni. Questi sono dati certi e dimostrati. Continua a leggere


Lascia un commento

Ogm: non aiutano il Made in Italy. Il castello di carta della senatrice Cattaneo

Articolo di Adriano Zaccagnini pubblicato sull’Huffington Post del 7 ottobre 2014

Accomunare la battaglia ‘pro scienza’ e ‘pro Ogm‘, come fa la senatrice Cattaneofarebbe sorridere, se non avessi oramai chiaro, dopo più di un anno e mezzo di attività parlamentare, che dietro queste invocazioni alla ricerca scientifica libera, al confronto non ideologico e contro l’oscurantismo irrazionale, ci sono in realtà soltanto gli interessi propagandistici delle grandi lobby degli Ogm, che per cercare di non far sembrare gli Ogm troppo dannosi e da evitare, le provano tutte. La mazzata scientifica finale agli Ogm, dopo aver per ora vinto la battaglia politica, potrebbe arrivare proprio da quella ricerca scientifica libera, e personalmente aggiungerei pubblica, che servirebbe per studiare i reali rischi e danni da Ogm sulla nostra salute. Ma su questa proposta tornerò più avanti, in particolare sul Tgo (Trasferimento Genico Orizzontale)che la Cattaneo non cita mai nei suoi struggenti articoli. Continua a leggere


Lascia un commento

L’IMPORTANZA DI COLTIVARE IL DUBBIO SUGLI OGM

Articolo di Michele Serra, pubblicato su Repubblica l’8 ottobre 2014

L’AFFERMAZIONE “la scienza ha sempre ragione” non è scientifica. È ideologica. Lo è tanto quanto il pregiudizio reazionario per il quale ogni mutamento del modo di produrre, consumare, nutrirsi, avviene nel nome di interessi inconfessabili, e a scapito della salute della collettività umana. L’acceso dibattito sugli ogm (vedi gli interventi su Repubblica diVandana Shiva, Elena Cattaneo,Carlo Petrini, Umberto Veronesi) fatica a mondarsi di queste opposte rigidità. E fa specie che nel campo “pro”, che annovera valenti ricercatori e scienziati, pesi ancora come un macigno l’idea che il fronte degli oppositori sia un’accolita di mestatori che, in odio al progresso umano e alla libertà di ricerca, alimentano dicerie malevole e speculano sulla paura e l’emotività dell’opinione pubblica. Una volta esposte le ottime ragioni della ricerca scientifica e della sua necessaria libertà d’azione, perché evocare, tra i soggetti “antiscientifici” in qualche modo assimilabili agli oppositori degli ogm, anche i fattucchieri di Stamina? Allo stesso identico modo le frange più eccitabili del fronte anti-ogm possono immaginare che la ricerca genetica sulle piante sia nelle mani di squilibrati megalomani (alla dottor Frankenstein) o di avidi mercenari.  Continua a leggere


Lascia un commento

Ogm: Elena Cattaneo se(mi)natrice a vita

Articolo di Luca Colombo, pubblicato sull’Huffington Post l’8 ottobre 2014

La prismatica vicenda Ogm non smette di offrire spunti e angoli di visuale. Il protagonismo in materia sulle pagine di Repubblica della Senatrice Cattaneo ne è fertile esempio, analogo a quello dell’ex Senatore Umberto Veronesi, da tempo lanciato nella promozione taumaturgica di Ogm al di là da venire (semmai arriveranno). Sarà l’imminenza dell’Expo 2015 di Milano dedicato al tema del cibo, sarà l’effervescenza del dibattito sulle colture transgeniche, sarà la fame di polarizzazione di cui si saziano i media, sarà l’autorevolezza della firma a doppia qualifica di scienziati e legislatori, ma la numerosità, periodicità e tempestività dei commenti a tema Ogm è degna dei più attivi blogger. Continua a leggere