Un mondo di notizie

Appunti su: economia, società, ambiente e solidarietà


Lascia un commento

Più di mezzo mondo è escluso da Internet

Oltre 4 miliardi di persone sono ancora fuori dalla Rete. L’Italia è decima per numero di connessioni, con una velocità media di 5,6 Mbps

La Rete è un potente strumento di inclusione e, vista l’idea di nodi tra loro collegati che richiama e il grande potenziale in termini di capillarità di diffusione che possiede, si è facilmente portati a pensare che i suoi servizi siano un beneficio alla portata di tutti. Lo stesso acronimo www (world wide web) sembra evocarne l’inequivocabile estensione universale sotto forma di invisibile ragnatela globale.

Così non è. Secondo il Rapporto sullo Stato di Internet di Akamai, più della metà della popolazione mondiale è tagliata fuori dal Web. I dati, aggiornati al quarto trimestre dello scorso anno, presentano un mappamondo spezzato in due: Continua a leggere


Lascia un commento

Monache di clausura senza internet, ma con le bollette

Vittime della tecnologia.

download

 

 

 

 

Anzi, della mancanza di tecnologia, detta anche, quando si parla di connessioni internet, «digital divide». Il problema stavolta non riguarda un’azienda o un privato stanco di essere fuori dal mondo 2.0, ma le monache di clausura del Buon Pastore Continua a leggere


Lascia un commento

Internet, online il 40 per cento del Mondo

L’obiettivo è connettere il 50 per cento della popolazione entro i prossimi tre anni: e la banda larga mobile sembra essere la tecnologia destinata a conquistare tutti. Renzi, nel frattempo, promette dalla Silicon Valley un cambio di marcia per l’Italia

Il 40 per cento della popolazione mondiale è già online, con il numero di utenti connessi salito dai 2,3 miliardi del 2013 ai 2,9 previsti per la fine di quest’anno. Continua a leggere


Lascia un commento

Tyler Cowen: “Perché Internet sta distruggendo la classe media”

Intervista all’economista americano: “La Rete rafforza solo i grandi successi e contribuisce alla disuguaglianza”

Il lusso supremo è potersi sdraiare in una Med-Bay. Pensate a una Tac che però guarisce ogni malattia. I fortunati abitanti di un satellite artificiale della Terra possono farlo quando vogliono. I poveri, che vivono in quel sottomondo che nel frattempo è diventato il nostro pianeta, come disperati in fuga verso una Lampedusa intergalattica sono disposti a tutto per potercisi curare. Continua a leggere


Lascia un commento

Africa e internet: l’ultima grande frontiera

KENYA-TELECOM-MOBILE

La rivoluzione digitale in Africa ha preso una strada diversa da quella dei paesi più sviluppati, senza i costosi investimenti di infrastrutture, che altrove sono stati fatti negli anni 80′ e 90′. Oggi la situazione è cambiata. Infatti, in questi ultimi anni la tecnologia è entrata con prepotenza nella vita del popolo africano, non solo per necessità, ma anche e sopratutto per uno sviluppo migliore e dinamico. Nelle zone anche più isolate, in molti, iniziano ad utilizzarle normalmente Continua a leggere


Lascia un commento

Senza web e cellulari segnali di fumo

f7ab4bab9134348b0750088d3d886f27

Sindaco oristanese accende falò e denuncia, “condannati a morte”

ORISTANO, 29 OTT – Singolare protesta del sindaco di Nughedu S.Vittoria, un paesino di 500 abitanti in provincia di Oristano: i cellulari sono inutilizzabili per mancanza di segnale mentre internet è praticamente sconosciuto perché l’Adsl non è mai arrivata. Stanco di inviare appelli alle compagnie telefoniche il sindaco Francesco Mura ha deciso di tornare al passato e oggi ha organizzato un falò nel piazzale della chiesa di San Giacomo e armato di una vecchia coperta ha cominciato a mandare segnali di fumo.

Notizia Ansa del 29 ottobre 2013


Lascia un commento

Vimeo, ma anche Ted, Blinkx e Blip.tv: i siti che sfidano YouTube

Ted, Blinkx, Blip.tv e Vimeo. Qualche suggerimento se cercate qualcosa in più di Youtube

Quando parliamo di video online, il primo sito che viene in mente è sicuramente Youtube. Fondato nel 2005, da Chad Hurley e soci, il sito di video sharing è entrato prepotentemente nelle nostre vite. Condividiamo video, guardiamo programmi televisivi, sit com e ascoltiamo musica. Ma Youtube non è il solo sito che propone contentuti video interessanti per gli utenti. Il sito Makeuseof ha proposto degli esempi di siti che per molti utenti preferiscono a Youtube. Eccone alcuni.  Continua a leggere


Lascia un commento

Campagna sempre più disabitata per colpa di internet

970824_10200381523876916_1094886668_n                                                                                                Campagna scozzese

Il ministro dell’ambiente e delle aree rurali Richard Neilson Lochhead ha dichiarato al parlamento scozzese che nel paese si sta verificando il fenomeno dei “profughi digitali”. Persone che lasciano le aree rurali della Scozia non per via di uno scarso accesso a servizi come l’istruzione di alto livello o per mancanza di opportunità lavorative, quanto per via dell’assenza di una connessione internet a banda larga.

The Scotsman racconta anche del piano del governo scozzese che prevede la copertura con banda larga ultra-veloce entro il 2018. La previsione è di arrivare ad una copertura dell’84% del servizio di banda larga entro il 2016, anche se saranno necessari fondi aggiuntivi.

In Scozia abitano circa 5,2 milioni di persone, di cui oltre un milione fra Glasgow (592mila) ed Edimburgo (486mila). L’intero Paese occupa 78,772 km² (contro i 301,340 km² dell’Italia) e ha circa 10mila chilometri di coste.

Tratto da www.linkiesta.it