Un mondo di notizie

Appunti su: economia, società, ambiente e solidarietà


Lascia un commento

Taste the Waste! Creating a platform to recover food waste in Nairobi

Disco  Disco Soup – Disco Supu Nairobi

Nairobi, 27th November 2014 – The first Disco Soup Nairobi will take place on Sunday, 7th of December. Hundreds of kilograms of food that would otherwise have been wasted will be rescued, cooked and shared between hundreds of participants. DJs and musicians will provide the soundtrack for the preparation of “Disco Soup” and Disco Salad.

disco-supu

Continua a leggere


Lascia un commento

Kenya vieta Stories of Our Lives

Il documentario LGBT Stories of Our Lives, è stato ritenuto “contrario alle norme e ai valori del Kenya”


Articolo di Alessandro Zoppo, pubblicato il 13 ottobre 2014 su play4movie.com

Fa discutere la scelta del Kenya Film Classification Board di vietare il documentario LGBT Stories of Our Lives. Secondo l’organizzazione che regola la classificazione dei film nel paese africano, il lavoro diretto dal collettivo NEST è stato ritenuto “contrario alle norme e ai valori del Kenya”. Presentato al Festival di Toronto, Stories of Our Lives è composto da cinque cortometraggi e si basa sulle vere storie di persone lesbiche, gay, bisessuali e transgender.

Stories of Our Lives

Il Board ha citato “l’oscenità, le esplicite scene di attività sessuali e la promozione delll’omosessualità” come ragioni principali della censura. In Kenya l’omosessualità è considerata un crimine e l’attivismo pro-LGBT può costare una condanna fino a 14 anni di prigione. “Il film trasgredisce ‘le norme e i valori nazionali’?Stories of Our Lives è un film sulla gente, sulla co-esistenza, sul trovare l’amore e sull’appartenenza”, ha commentato il collettivo. “Abbiamo realizzato questo progetto per aprire un dialogo sulle identità, su ciò che significa essere keniani ed essere diversi. Imponendo una restrizione su questo film, il Board ha scelto di cancellare questo inevitabile confronto”.


Lascia un commento

La nostra Africa – a cena per Korogocho

1460218_10201812803354719_151231084_n

Come ogni anno siete invitati alla cena di Natale “La Nostra Africa”, il cui intero ricavato andrà devoluto al centro di recupero per i bambini di strada di Korogocho, durante la quale prenderà la parola un gruppo di giovani toscani che con le loro testimonianze, i loro racconti e il materiale fotografico raccolto durante i viaggi del “Progetto Kenya” organizzati dalla fondazione “Il cuore si scioglie” potranno mostrarvi le attività di recupero dei missionari comboniani e farvi partecipi dell’importanza di questo progetto.

La cena, che si terrà il 18/12/2013 presso il “Circolo Arci Pampaloni” (via Maccari 104, Firenze) e che avrà inizio alle ore 20.15, sarà a buffet con contributo libero per il centro di recupero per i bambini di strada di Korogocho.

Il progetto si propone Continua a leggere


Lascia un commento

“Giustizia per Liz”: in centinaia a Nairobi chiedono l’arresto degli stupratori

“Rispetto, dignità, giustizia”: sono queste le parole che in centinaia hanno scandito a Nairobi. In Kenya è montata l’indignazione per la storia di Liz, pseudonimo della sedicenne violentata a giugno da un gruppo di giovani e poi gettata in una latrina. Per i responsabili della violenza, tanto atroce da costringerla oggi su una sedia a rotelle, l’unica punizione è stata tagliare l’erba della stazione di polizia.

“Vogliamo che sia fatta giustizia, tagliare l’erba non è una pena e vogliamo che il governo del Kenya si faccia carico delle spese mediche di Liz,” dice una manifestante. “Sono venuta qui con le mie sorelle per ribadire che gli uomini che commettono violenza sulle donne non possono restare impuniti. Questo vogliamo dire oggi,” le fa eco un’altra. Nel corteo ci sono anche molte presenze maschili perché, come dice un uomo: “Questo è un problema che ci riguarda tutti e dobbiamo unirci per dire no alla violenza di genere.”

1milione e 300mila hanno già firmato la petizione on line affinché gli stupratori siano arrestati e processati. La campagna “Giustizia per Liz” è stata lanciata dall’attivista per i diritti delle donne a Naironi Nebila Abdulmelik che ha indetto la manifestazione. Una protesta che sotto il nome Liz porta anche quello di tutte le altre giovani violentate. Storie che, spesso, restano insabbiate.

Articolo pubblicato il 31 ottobre 2013 da it.euronews.com


Lascia un commento

Ebook reader e tablet nelle scuole del Kenya

970824_10200381523876916_1094886668_nA technology revolution in Kenya’s schools – Africa – Al Jazeera English

When parents in the Kenyan capital, Nairobi, found out that two schools in the vicinity had “special” new computers, they started signing their children up to attend.

Such was the level of interest that Amaf Primary and Elim Academy in Kawangware, a low-income settlement in Nairobi, now both have waiting lists, and eager children already attending flock through the school gates each morning, keen to get their hands on the devices. The popularity of the two schools stemmed from being selected for the eLimu project, which takes interactive tablets into the classroom.
The project is a very Kenyan contribution to the growing trend of using technology to address the education divide in African schools. Continua a leggere