Un mondo di notizie

Appunti su: economia, società, ambiente e solidarietà


Lascia un commento

Internet: s’infervora negli States il dibattito sulla neutralità di Internet | euronews, mondo

Il dibattito si infervora negli Stati Uniti, sull’ipotesi che un operatore via cavo possa decidere di fornire una corsia preferenziale a chi paga di più.

La discussione pubblica è stata aperta nel maggio scorso, per sei mesi, dalla FCC, la Federal Communication Commission, il cui presidente è stato nominato da Barack Obama.

E Obama, quando mancano un paio di settimane alla chiusura, non ha esitato a schierarsi:

“I provider di Internet – dice – hanno l’obbligo legale di non bloccare o limitare il vostro accesso a un sito web. Le compagnie che gestiscono il cavo non possono decidere in quali negozi online potete comperare o quali servizi di video in streaming potete usare, e non possono consentire a un’azienda di pagare per avere la priorità sulle altre”, ha detto il presidente degli Stati Uniti, proprio mentre alcuni utenti manifestavano davanti a casa di Tom Wheeler, il presidente della FCC.

“Facebook sarebbe riuscita ad emergere se MySpace avesse avuto una corsia preferenziale? E YouTube, sarebbe riuscita a emergere se l’operatore avesse potuto rallentarne il servizio dicendo ‘sai, preferiamo che non ci sia del video online che non possiamo controllare?’ “. Domande che si pone un analista, in compagnia dei quasi quattro milioni di cittadini americani che hanno reagito alla proposta della FCC, e con loro anche non poche aziende della Silicon Valley.

Articolo pubblicato su http://it.euronews.com il 3 novembre 2014

 

Annunci


Lascia un commento

Cosa significa l’accordo sul clima Usa-Cina – Wired

In anticipo rispetto alle previsioni, le due super-potenze hanno raggiunto un accordo storico – ma non vincolante – che invita l’Europa ad avere più coraggio, e che sfida le posizioni anti-scientifiche repubblicane. Tanta politica, poca sostanza.

La Cina segna il suo vero ingresso nel mondo dei big del pianeta, unendosi allo sforzo – almeno allo sforzo – di porre un freno alle sempre più stringenti conseguenze dei cambiamenti climatici. Continua a leggere


Lascia un commento

Obama e la sconfitta della politica di ampio respiro

Elezioni midterm: l’ondata repubblicana e il declino del “primo presidente nero” viste dall’America
Drew Angerer/Getty Images

Nel mese appena trascorso ho seguito la campagna elettorale di Midterm dagli Stati Uniti. Che la parabola del primo presidente nero stesse volgendo verso una fine non contenuta nelle premesse sembrava inevitabile come i mugolii e i sospiri introduttivi che, nonostante la scarsa abitudine degli americani alla comunicazione non verbale, ottenevo nominando Obama a scrittori e intellettuali liberal, gli stessi che l’hanno comunque sempre sostenuto a spada tratta.

Continua a leggere