Un mondo di notizie

Appunti su: economia, società, ambiente e solidarietà


Lascia un commento

Insultò la Kyenge su Facebook: il leghista Pedrali condannato per odio razziale

Una fotografia postata su Facebook dell’ex ministro Cecile Kyenge accostata a quella di un orango e accompagnata dal commento “dite quello che volete ma non assomiglia ad un orango, dai guardate bene” è costata una condanna per diffamazione, con l’aggravante della discriminazione e dell’odio razziale Continua a leggere

Annunci


Lascia un commento

La nostra Africa nascosta sotto i cliché

Esotismi e immagini romanzesche coprono una realtà economica in continua espansione
 Nel giudicare altri popoli e culture i pregiudizi e i luoghi comuni sono frequenti e quasi inevitabili. Eppure, quelli nel tempo che si sono accumulati sull’Africa, specie sulla sua zona subsahariana, superano di gran lunga quelli che pesano su altre parti del mondo.


Lascia un commento

Africa e internet: l’ultima grande frontiera

KENYA-TELECOM-MOBILE

La rivoluzione digitale in Africa ha preso una strada diversa da quella dei paesi più sviluppati, senza i costosi investimenti di infrastrutture, che altrove sono stati fatti negli anni 80′ e 90′. Oggi la situazione è cambiata. Infatti, in questi ultimi anni la tecnologia è entrata con prepotenza nella vita del popolo africano, non solo per necessità, ma anche e sopratutto per uno sviluppo migliore e dinamico. Nelle zone anche più isolate, in molti, iniziano ad utilizzarle normalmente Continua a leggere


Lascia un commento

L’uomo più ricco della storia: Il re del Mali Mansa Musa I

20121019_appunti011234523567

ROMA – Dimenticate Bill Gates, presidente della Microsoft, lasciate perdere i Paperoni dell’ex impero sovietico e sorvolate anche su Henry Ford Senior, il multimiliardario che fondò la casa automobilistica di Dearborn nel Michigan.

L’uomo più ricco che abbia mai messo piede sulla Terra è stato un sovrano del Mali, Continua a leggere


Lascia un commento

Africa e centri commerciali

970824_10200381523876916_1094886668_n

Le notizie provenienti da Nairobi sull’assedio al Westgate Mall, oltre al loro aspetto drammatico, ci hanno mostrato una realtà da molti non conosciuta: anche in Africa la spesa si può fare in grandi centri commerciali come quello colpito dall’attacco di al Shabaab.

“Le immagini e i video convulsi che nei giorni scorsi sono arrivati dal Westgate Shopping Mall di Nairobi hanno mostrato, tra la disperazione delle vittime e la tensione dei militari, una struttura moderna, con materiali lussuosi e marchi internazionali. Si intravedevano archi, colonne, balconate, cascate artificiali.

Durante l’attacco e il conseguente assedio da parte delle forze speciali kenyote – almeno 62 morti e circa 200 feriti il bilancio provvisorio – molti commenti hanno sottolineato come il complesso commerciale fosse un tempio del lusso per turisti e locali molto ricchi. Come in molti Paesi in via di sviluppo (dal Medio Oriente al Brasile) gli shopping mall non sono i luoghi destinati a consumatori di fascia medio-bassa che si trovano nei Paesi europei. Sono, piuttosto, delle destinazioni esclusive, dove si trovano marchi di alta gamma. Il Westgate di Nairobi, in particolare, era diventato un emblema della condizione del Kenya, la nazione più ricca e cosmopolita nazione dell’Africa orientale.  Continua a leggere


Lascia un commento

Gran Bretagna: Muhammad diventa il nome più popolare

970824_10200381523876916_1094886668_n

Gb: Muhammad diventa il nome più popolare

Per la prima volta in Gb il nome piu’ popolare per i bambini e’ Muhammad, nelle sue 11 varianti. E’ quanto emerge dai dati dell’Ufficio di statistica elaborati dal tabloid Daily Express. Il nome tipicamente musulmano ha scalato 42 posti in classifica negli ultimi dieci anni e ora precede Harry e Oliver. E’ la conferma evidente che la Gran Bretagna, come è emerso da studi recenti, diventera’ nei prossimi 40 anni il Paese piu’ diverso dal punto di vista etnico di tutto l’Occidente. (notizia Ansa)

 


Lascia un commento

Ebook reader e tablet nelle scuole del Kenya

970824_10200381523876916_1094886668_nA technology revolution in Kenya’s schools – Africa – Al Jazeera English

When parents in the Kenyan capital, Nairobi, found out that two schools in the vicinity had “special” new computers, they started signing their children up to attend.

Such was the level of interest that Amaf Primary and Elim Academy in Kawangware, a low-income settlement in Nairobi, now both have waiting lists, and eager children already attending flock through the school gates each morning, keen to get their hands on the devices. The popularity of the two schools stemmed from being selected for the eLimu project, which takes interactive tablets into the classroom.
The project is a very Kenyan contribution to the growing trend of using technology to address the education divide in African schools. Continua a leggere